Biblioterapia senza commenti

Biblioterapia senza commenti

13/11/2011 Biblioterapia senza commenti 0

Tra il mio occhio e il mio cuore si è stretta un’alleanza,
e ora ciascuno rende all’altro buoni favori:
se il mio occhio anela a uno sguardo,
o il cuore innamorato soffoca nei sospiri,

allora l’occhio festeggia con l’immagine del mio amore,
e al dipinto banchetto invita il mio cuore;
un’altra volta il mio occhio è ospite del mio cuore
e partecipa ai suoi pensieri d’amore.

Così, o per la tua immagine o per il mio amore,
tu, anche se lontano, sei sempre con me;
poiché non puoi allontanarti oltre i miei pensieri,
e io sono sempre con loro, e loro con te;

oppure, se dormono, la vista della tua immagine 
risveglia il mio cuore per la delizia del cuore e dell’occhio.


William Shakespeare, Sonetti d’amore, Milano, Giunti editore, 2008, p. 73.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi