Libri e integrazione

Stasera ho tenuto un laboratorio di lettura in un parco. Insolita come esperienza, un pò improvvisata. Ho portato una valigia di libri per creare l’atmosfera della biblioteca. C’era un bel gruppo di bambini e dopo la lettura si sono letteralmente tuffati tra i volumi con grande entusiasmo. Lo confesso: ero preoccupato. Temevo per la loro incolumità, dei libri intendo…
Ma vedere quella foga letteraria era davvero bello. Molti dei ragazzini provenivano da famiglie straniere. Una era addirittura in difficoltà con la lingua, eppure ascoltava con attenzione e davanti a quei libri, che non riusciva a decifrare come avrebbe voluto, le brillavano gli occhi. E poi una madre con il velo si è avvicinata chiedendo se i libri erano in vendita. Ma la cosa che mi ha colpito di più è che molti dei bambini non sapevano che esiste un luogo dove quei bei libri potevano essere presi in prestito, e la notizia li ha esaltati.
Tutte queste mie considerazioni sono per avere la conferma di qualcosa di cui già ero convinto:
la lettura e l’istruzione sono i veri (e forse unici ) mezzi efficaci per realizzare l’integrazione.

Gli ultimi articoli del blog

La cultura che ci salva

È affiorato in questi giorni un ricordo riguardante l’inizio della mia attività di biblioterapia full-time che è avvenuta dopo la prima pandemia. Una delle prime

Leggi Tutto »

Scopri i laboratori di biblioterapia

Iscriviti alla newsletter

puoi disiscriverti quando vuoi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi