Mese: Febbraio 2013

Non solo Papa

2013. Anno particolare. Il Papa si dimette? No, è il cinquantesimo anniversario della morte di Beppe Fenoglio. Per chi non lo conosce non significa nulla, ma per chi ha letto anche un solo suo racconto comprende la grandezza di questo narratore dimenticato dai più, ma dall’indimenticabile penna carismatica per chi si è affezionato ai suoi…
Leggi tutto


28/02/2013 0

Continuo a leggere: e continuo a non capire

Questi giorni sono difficili e parlare di letteratura è faticoso. Mi rifugio nei miei libri e cerco di trovare il modo giusto per riflettere sul mio Paese che ha votato e che mi ha stupito. Leggere significa avere la possibilità di entrare nel pensiero di qualsiasi corrente politica e cercare di comprendere. Confesso che capire,…
Leggi tutto


27/02/2013 1

Il valore della metà di un libro

Quando leggo un libro ci viaggio dentro in modo particolare. Non è solo questione di trama. Il libro è fisicamente presente, anche quando si tratta di un ebook. Ha una lunghezza, un ritmo, più dimensioni: le Lezioni Americane di Calvino insegnano. Come in ogni viaggio, anche nel libro ci sono delle tappe. La più importante…
Leggi tutto


23/02/2013 0

Sono ciò che voglio

Sarà l’atmosfera che la notizia delle dimissioni del Papa hanno creato, o semplicemente curiosità? Ho ceduto all’acquisto del libro “Sua Santità” di Gianluigi Nuzzi, quello che raccoglie le carte passate dal maggiordomo di Benedetto XVI per capirsi. Mi sono ritrovato a sentirmi uno spione, un curioso sfacciato. Mi sono sentito così, orgogliosamente. Essere tutto ciò…
Leggi tutto


19/02/2013 2

Scrivere d’amore: appunti sparsi

Ciò che differisce tra una lezione frontale e un laboratorio è che nel primo caso il flusso di nozioni è monodirezionale con scarsa elaborazione, mentre nel secondo il flusso è bidirezionale e, spesso, circolare e l’elaborazione delle nozioni è talmente alto che spesso nascono nuove idee e concetti originali. Ho da pochi minuti terminato il…
Leggi tutto


18/02/2013 0

Ampi libri avvolgenti

Sto leggendo per la prima volta un libro di Joyce Carol Oates. Quel suo viso riconoscibile fa in modo di non scordarla e di fissare alcune sue peculiarità di scrittrice. La prima è il suo essere molto prolifica nella scrittura. Questo, quando ho cercato di conoscere qualcosa di più della sua biografia, mi aveva messo…
Leggi tutto


17/02/2013 0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi