A rischio il sistema bibliotecario provinciale veronese?


Avete mai sperimentato il sistema bibliotecario della provincia di Verona? Un’organizzazione capillare permette di prendere in prestito, da qualsiasi biblioteca, libri o DVD, e di farli arrivare nella sede più vicina a voi. Potete effettuare la prenotazione anche online e sarete avvisati tramite email quando il materiale sarà arrivato. Nel caso non foste più interessati, vi basterà non effettuare il ritiro e il libro tornerà da dove è arrivato, senza alcun problema. Esiste un solo volume dell’opera che desiderate leggere in tutta Verona (e non accade di rado)? Ovunque abitiate, lo potrete avere facilmente.
Si tratta di una modalità in vigore ormai da dieci anni e che ora rischia di cessare. Il motivo? Gli effetti della legge Delrio, che modifica sostanzialmente le province, e che potrebbe impedire di rinnovare l’appalto che rende possibile questo servizio bibliotecario, oggi tra i più innovativi in Italia. Si tratta dell’ennesimo taglio indiscriminato. Perché, se è vero che una certa somma verrà risparmiata, è altrettanto vero che, grazie a questa facilità di movimento dei libri, in questi anni i prestiti sono quasi raddoppiati. E se si aggiunge la crisi e la legge che impedisce gli sconti sui libri al di sopra del 25%, capite bene che, se tale servizio davvero verrà soppresso, avrà ripercussioni nel portafogli dei lettori forti. Colpevoli solo di amare la lettura.

Gli ultimi articoli del blog

Scopri i laboratori di biblioterapia

Iscriviti alla newsletter

puoi disiscriverti quando vuoi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi