Come proteggere un figlio

Come proteggere un figlio

21/01/2016 Uncategorized 0

Come ho fatto a non accorgermi che eravamo così poveri? Ho sempre pensato che i poveri fossero tristi, ecco perché. Mamma e papà li ho sempre visti felici e ho creduto a tutte le fesserie che mi raccontavano. I vestiti non si buttano perché a forza di starti addosso si affezionano e non si può essere così crudeli. Al ristorante non ci andiamo perché la mamma cucina meglio e poi gli chef ci restano male. Le automobili piccole sono le più tecnologicamente avanzate perché vale lo stesso discorso delle radio, dei televisori e dei calcolatori elettronici: più si va avanti e più la ricerca riesce a compattarle. Sono cresciuto con la favola della buona notte propinata a ogni ora del giorno, per vent’anni ho fatto una colossale dormita.

Tratto da We are family di Fabio Bartolomei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi