Colazione da Tiffany (9-)

Colazione da Tiffany (9-)

26/09/2017 Consigli di lettura 0
Premetto che non ho mai visto il notissimo film con Audrey Hepburn Colazione da Tiffany e per questo sono certo di non essere stato influenzato leggendo il libro da cui è stato tratto e scritto. L’autore di questo romanzo breve è Truman Capote. Non c’è che dire: il libro è splendido e la leggerezza con cui è stato scritto è sorprendente. Per alcuni versi la storia sembra banale, ma a chi conosce la genialità di Capote non sorprenderà questa impressione, che è solo il frutto della particolarità del modo di scrivere dell’autore. Quando impari ad amarla diventa un pregio. 
Questa splendida ragazza che sembra svampita, alla ricerca del successo cinematografico, generosa, ma bizzarra, inevitabilmente attrae chiunque entri in contatto con lei. Il suo vicino di appartamento non sfugge a tale destino, diventando però un suo interlocutore privilegiato. Una non-storia-d’amore in cui la sfuggente Holly lascia sempre a ognuno una parte di sé. Sembra che Capote si sia ispirato per la sua eroina a Marilyn Monroe.
Consigliato agli amanti della femminilità americana degli anni Cinquanta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi