Biblioterapia ad Halloween: dalla debolezza si guarisce

Per uno scherzo del destino, la lezione di Biblioterapia dell’imperfezione cade proprio nella sera di Halloween. Non sarà questo l’argomento che tratteremo. Io indosserò una camicia con le zucche, ma condurrò una serata dal titolo Dalla debolezza si guarisce: cosa si intende per debolezza? Perché la debolezza non può essere considerata semplicemente un passaggio verso la forza? E cosa intendiamo per forza?
Ci aiuterà a riflettere un racconto di Giuseppe Pontiggia preso ancora una volta da Vite di uomini non illustri. Il barbone protagonista di Preludio a un bacio di Tony Laudadio ci aiuterà a capire anche i perché di un certo tipo di debolezza. Andrea Vitali, invece, ci strapperà un sorriso con il suo Un amore di zitella, mentre Irene Nemirovski nel suo I doni della vita ci darà l’esempio di una debolezza superata quando il protagonista comunicherà alla ricca famiglia di voler sposare una ragazza modesta. Una ragazza modesta, ma amata alla follia.
Può bastare l’amore a renderci più forti? Perché l’arroganza è vista dalla società come segno di forza quando nasconde la più bassa delle debolezze?
Una buona serata con la Biblioterapia dell’imperfezione ai miei corsisti e a quanti sceglieranno di passare la serata con un buon libro, ma anche a coloro che porteranno i propri bambini a divertirsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi