Estasi culinarie (9)

Estasi culinarie (9)

04/02/2020 Consigli di lettura 0

Questo piccolo libro mi è stato consigliato mentre cercavo romanzi che avessero come argomento il cibo. In questo caso ho trovato una trama che contiene molto di più.

TRAMA: Arthens, un critico gastronomico di fama mondiale. Giace nel letto di morte con i propri pensieri. Con la mente ripercorre l’intera esistenza mentre cerca di individuare un particolare gusto, il più importante della sua vita, che però fatica a individuare. Vorrebbe poterlo assaporare ancora, ma la sua memoria gli impone una ricerca che stenta a dare frutti. Dall’infanzia fino al momento prossimo della sua morte, ogni importante avvenimento della sua vita è caratterizzato dai piaceri della tavola: gusti, profumi, esposizioni, preparazioni. E da disastrose relazioni umane.

COMMENTI: questo piccolo libro parla di egoismo, di pessimi rapporti di coppia e altrettanto deludenti relazioni filiali, e di una grande carriera. Inevitabilmente il protagonista appare cinico, ma per alcuni aspetti gli si riconosce una sostanziale incapacità di vivere rapporti autentici. E questa ricerca del cibo che prima di morire vorrebbe assaggiare di nuovo, alla fine del libro è rivelato e lascia il lettore sgomento.

L’AUTORE: nata a Casablanca il 28 maggio 1969, Muriel Barbery è una scrittrice francese, docente di filosofia. Questo libro è per lei l’esordio letterario. Ha raggiunto la notorietà internazionale con il ben più conosciuto L’eleganza del riccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi