Una biblioteca che sta su due nazioni

Molti di voi avranno certamente sentito nominare la biblioteca Haskell, soprattutto in questi ultimi mesi. La sua peculiarità? Essere situata esattamente sopra il confine tra Stati Uniti e Canada. Una caratteristica curiosa, ma di poco conto fino a poco tempo fa. Ora, invece, è diventata fondamentale per molti. Infatti la biblioteca è diventato l’unico punto di contatto tra persone che abitano nei due Paesi, ma che temono di lasciare per il rischio di non poter più far rientro (soprattutto dagli USA verso il Canada). Così la biblioteca Haskell diventa il luogo in cui poter rivedere, anche se per poco tempo, un amico o un parente, senza il rischio di espatriare.
E’ un po’ triste pensare che una biblioteca fondata nel 1901 con una sede così bella e prestigiosa (possiede anche un teatro in cui il palco è in uno Stato e gli spettatori nell’altro) sia diventata un luogo d’incontro. O forse è una cosa bella che tra i libri possano ritrovarsi persone tenute lontane che si vogliono bene. Anche questa è una magia dei libri.

Qui per maggiori informazioni sulla biblioteca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi