gatti letterari

Gatti letterari

Umani e felini a confronto per capire il mondo e noi stessi

Un anno e mezzo fa, mio figlio ha portato a casa un gatto. Ma non sto parlando di un figlio piccolo, ma di un ventenne a cui sono sempre piaciuti i gatti, senza poterne avere uno. Non ho mai desiderato averne e mi erano indifferenti, se non addirittura mi infastidivano. Oggi adoro Gea e ho cominciato a leggere per capire la mia trasformazione. E ho scoperto che il gatto è un animale magico, amato da molti lettori e descritto da altrettanti scrittori. Ma cosa significa amare i gatti? Perché il rapporto con i felini è così particolare, completamente diverso rispetto a quello con un cane, eppure incredibilmente forte?

In questo laboratorio esploreremo il mondo dei gatti e di noi umani attraverso brani letterari, con particolare attenzione a ciò che alcuni grandi scrittori hanno detto di loro. Parleremo dei nostri gatti, ma anche di noi, compagni di vita che il felino accetta di avere accanto a sé.

Indicazioni tecniche

Il corso è composto da 4 incontri di un’ora e mezza ciascuno. Per partecipare non è necessario avere alcun prerequisito, né aver letto nulla. Particolarmente raccomandato a chi possiede un gatto, è utile anche a che sta pensando di averne uno, ma desidera capire che tipo di relazione andrà a instaurare con lui.

DOVE: online su Zoom (si riceverà un link per accedere all’aula virtuale)

QUANDO: mercoledì 2, 9, 16 e 23 novembre 2022

A CHE ORA: dalle 20.30 alle 22.00

QUOTA D’ISCRIZIONE: €54,90

Per ulteriori informazioni scrivi a formazione@biblioterapiaitaliana.com

Gli ultimi articoli del blog

Scopri i laboratori di biblioterapia

Iscriviti alla newsletter

puoi disiscriverti quando vuoi